News. Zara lancia la collezione Ungendered

Una decina di capi: felpe, maglioni, t-shirt, pantaloni.  Zara ha inserito nei giorni scorsi sul proprio sito una sezione di abbigliamento Ungendered.

Capi che una volta avremmo chiamato unisex, adatti per lei e per lui che oggi preferiamo definire ungendered a sottolineare l’attenzione nei confronti di chi non si riconosce in un’ identità sessuale binaria.
Colori neutri, taglie morbide, vestibilità comoda. In molti hanno però notato come lo stile sia in realtà piuttosto piatto e richiami da vicino soprattutto il vestiario maschile, ma spogliato di riferimenti precisi per essere indossabile da tutti (non a caso, in inglese si usa l’espressione “boyfriend clothes“ per indicare gli abiti maschili che vengono indossati anche dalle donne, come se fossero presi in prestito dai fidanzati).

L’iniziativa di Zara, lanciata online senza grandi proclami, non è rivoluzionaria ma è piuttosto esemplare di un trend che si sta diffondendo nel mondo della moda contemporanea.  In passerella,  Yves Saint Laurent, Burberry e Gucci sperimentano  stilemi gender-fluid e nell’ultima campagna pubblicitaria della Donna Autunno/Inverno 2016 di Louis Vuitton  l’attore e rapper Jaden Smith, figlio di Will appare in abiti femminili.

Ovviamente c’è chi difende la sacralità della distinzione maschio/femmina, un po’ come è successo negli Stati Uniti in seguito alla decisione dei grandi magazzini Target di rinunciare alla divisione fra giocattoli per bambini e quelli per bambine e chi invece sostiene l’iniziativa del colosso low cost pur con delle riserve. Zara è infatti accusata di avere fatto una scelta sessista producendo abiti che privilegiano troppo la mascolinità e che di femminile non hanno niente.

Quello che è certo è che la moda genderless meriterebbe di essere un po’più cool di così!
Cosa ne dite?!

 

Zara

Zara Ungendered


Maglia grigia chicchissima

felpa unisex grigia

 

 

 

More from ChicChissima

YOOX. Franca Sozzani Private Collection

“In tutti questi anni a Vogue Italia ho creato qualcosa che non...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *