Scouting. Massimo Alba, l’essenza della Moda

Tutti i luoghi dove sono stato e tutto ciò che ho sognato, immagini, memorie, sensazioni, pagine di libri ed archivi,
sono come UN INCONTRO DI EMOZIONI che si rivelano in ogni collezione.
(Massimo Alba)

Chicchissima-Massimo-Alba

 

Massimo Alba – La Storia

Massimo Alba inizia il suo percorso professionale dietro le quinte come designer e direttore creativo per importanti realtà del settore moda italiano. A metà degli anni Ottanta crea i marchi Ever Clean e 97 rue des Mimosas, una collezione di maglieria in cashmere per la donna, per l’uomo e per la casa. Per l’innovazione di prodotto e d’immagine, il concept e i marchi 97 rue des Mimosas e Ever Clean vengono acquisiti da Malo nel 1987.! ! Come direttore creativo di Malo (1988 – 1999) progetta e sviluppa un nuovo concept di marca e di prodotto, cura l’immagine delle collezioni, degli showroom e dei punti vendita. Disegna il prodotto, è ideatore e coordinatore di tutte le azioni di comunicazione.! ! Nel 1999 è chiamato a definire una nuova identità per la griffe Piombo con responsabilità del prodotto, dell’immagine e della comunicazione. È suo il concept del primo negozio Piombo in via della Spiga a Milano !

Dal 2000 al 2002 rilancia il marchio Agnona, in qualità di direttore creativo. ! Nel 2002 la Dawson International gli affida la direzione creativa per il rilancio di Ballantyne. Progetta e sviluppa il prodotto, stile e collezioni, e la comunicazione integrata a partire dal concept, immagine degli showroom e dei punti vendita, alla pubblicità. Nel 2003 Charme Investments, Alfredo Canessa e Massimo Alba acquistano Ballantyne Cashmere. Massimo Alba è direttore creativo fino al 2006.! ! In quell’anno viene registrato il marchio Massimo Alba, da Via Corsico 8 a Milano, zona Navigli, in uno showroom di 350 metri quadri che raccoglie l’anima del brand. Questo spazio, uno studio personale in continua evoluzione, influenza profondamente l’immagine e le collezioni. Il legame individuale con oggetti e ricordi, la costante ricerca e la cura del dettaglio si percepiscono all’interno delle boutique Massimo Alba.

Il 2014 segna due tappe molte importanti, l’apertura a Roma nella storica residenza di Palazzo Lancellotti e l’inaugurazione di una boutique monomarca a Tokyo.

 

Chicchissima-Massimo-Alba

 

La Collezione

I capi firmati Massimo Alba si distinguono per le finiture sartoriali, le linee e i materiali morbidi uniti alla ricerca di pigmenti naturali.
Uno stile rilassato, ma estremamente sofisticato nella sua semplicità e linearità.
Tolto il superfluo, eliminati gli orpelli, quello che resta è l’essenza della Moda che segue il principio dell’haiku– una forma di poesia “popolare” giapponese dai toni semplici, senza alcun titolo, che elimina fronzoli lessicali e retorica, traendo la sua forza dalle suggestioni della natura nelle diverse stagioni.

Perchè quella di Massimo Alba è una moda che non parla il linguaggio di lustrini e paillettes ma guarda all’essenziale e punta dritta alle emozioni, come spiega bene lo stilista quando afferma: Uso le etichette più piccole del mondo, dello stesso colore del filo, perché il mio lavoro, in un certo senso, dovrebbe finire appena la persona che sceglie i miei abiti esce dal negozio – sentirsi bene nella propria giacca, nel proprio maglione, non perché sono stati creati da uno stilista ma perché ci fanno sentire come se li avessimo sempre avuti nel nostro armadio, come se fossero dei vecchi amici che è bello ritrovare perché ci accompagnino nella nostra giornata. Quella è, per me, la bellezza: ed è il contrario dei codici, delle tribù, delle imposizioni e delle regole: per me, essere eleganti è il contrario di essere vestiti come qualcun altro – essere se stessi, sentirsi bene con se stessi, è la cosa più bella. E il regalo più grande che un amico, un cliente, mi possano fare – io lo chiamo “comfort emotivo”. Abiti pensati per far sentire a proprio agio chi li porta. “I’m Fine”, c’è scritto sul fazzoletto Massimo Alba di questa stagione. Un orso sdraiato a terra, felice, che guarda il cielo: “Sto bene”. – Massimo Alba

Credo che in questa affermazione ci sia tutto lo Stile, la Poesia in una parola il Mondo di Massimo Alba.

Chicchissima-Massimo-Alba

Chicchissima-Massimo-Alba

Chicchissima-Massimo-Alba

Chicchissima-Massimo-Alba

Chicchissima-Massimo-Alba

Chicchissima-Massimo-Alba
@Credits. Per le immagini, ringrazio l’Ufficio Stampa dello Stilista
More from ChicChissima

Eventi. Gianfranco Ferré. Sotto un’altra luce: gioielli e ornamenti

Da una parte l’imponente Salone delle Feste di Palazzo Madama con la...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *