In the Spotlight.Ombradifoglia, al Teatro Regio per i suoi primi 10 anni

La prima volta che ho parlato di Ombradifoglia e di Elena Pignata era nel 2013 e nonostante che a quell’epoca Elena avesse già ottenuto diversi riconoscimenti ricordo che aveva accolto la mia proposta di apparirenella sezione dedicata ai Talenti emergenti del mio blog con entusiasmo. Una persona semplice, alla mano, con un’immensa passione per la Moda e per la ricerca, è questa l’impressione che ho avuto di lei al nostro primo incontro.
E’ stato quindi estremamente emozionante assistere alla sfilata che Elena ha organizzato presso Teatro Regio di Torino per festeggiare i 10 anni di attività del suo brand.

In passerella una selezione dei cento modelli più importanti e significativi realizzati in questi dieci anni dalla designer che ha impostato il suo lavoro su uno studio di forme capace di donare ai capi, nel corso degli anni, un’allure “senza tempo”.
Per questa ragione, i modelli sono stati nuovamente confezionati, scegliendo materiali attuali e contemporanei, in grado di rispecchiare quella che oggi è la percezione di Elena Pignata, con le personali sperimentazioni sui colori, sulle forme e sui tessuti che fin dall’esordio hanno caratterizzato il suo percorso creativo.

Una serata emozionante al termine della quale ne ho approfittato per fare un paio di domande a Elena.

 

Chicchissima-Ombradifoglia-teatro-regio-10 anni

Ombradifoglia. L’intervista

Elena hai recentemente festeggiato i 10 anni di attività con una sfilata al Teatro Regio dove hai portato in passerella i cento modelli più rappresentativi della tua maison. Ci racconti cosa hai provato ad essere lì quella sera?
È stato senza dubbio molto emozionante e per la prima volta posso dire di essere soddisfatta. Abbiamo fatto un lavoro di squadra e questo è quello che più di tutto mi ha resa orgogliosa, l’essere riuscita negli anni a raggiungere un obbiettivo per me molto importante: avere un team affiatato.

Ombradifoglia compie 10 anni, da quando hai iniziato ad oggi, come sei cambiata e com’è cambiato il tuo brand?
Credo di essere cresciuta più che cambiata, e lo stesso è stato per le mie creazioni.

Elena, hai raggiunto un importantissimo traguardo, progetti per il futuro?
Tendo a non fare mai progetti….di solito preferisco i tuffi nel vuoto, così come è stato inizialmente con Ombradifoglia, quindi chissà?

Passioni oltre la Moda?
Senza dubbio la musica…e poi amo viaggiare!!
Starei in giro una settimana al mese ma so che non è possibile e così lavoro duro tutto l’anno x concedermi poi il meritato riposo tutto d’un fiato, di solito nel periodo natalizio

Torino, il tuo luogo del cuore.
Senza dubbio non cambierei Torino con nessuna altra città…o meglio, sogno di vivere ad Anversa, in Belgio, ma Torino rappresenta le mie radici e per me è molto importante avere un riferimento per poter essere libera di creare.
Torino mi dà sicurezza e mi rilassa, poi posso sempre viaggiare per fare ricerca!

Chicchissima-Ombradifoglia-teatro-regio-10 anni

Chicchissima-Ombradifoglia-teatro-regio-10 anni

Chicchissima-Ombradifoglia-teatro-regio-10 anni

Ombradifoglia-teatro-regio-10 anni

Chicchissima-Ombradifoglia-teatro-regio-10 anni
@Credits Per le immagini, ringrazio l’Ufficio Stampa della stilista

 

Atelier Ombradifoglia
Via Catania, 16 – Torino

More from ChicChissima

In partenza? non senza i costumi firmati Delfina Marsaglia

Delfina (Marsaglia) Swimwear– Nomen omen Quando il caso si tramuta in destino,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *